Reggio Calabria
 

Rifiuti, Partito Comunista Reggio Calabria: “Sciopero lavoratori Avr responsabilità dei sindaci che hanno delegato a privati i servizi pubblici”

"Egregi Sindaci, lo sciopero del 25 settembre, che vedrà protagonisti i lavoratori della raccolta differenziata dipendenti da Avr spa a cui va la nostra solidarietà, non rappresenta solo la classica lotta contro il padronato, bensì anche un fallimento del modo di amministrare inaugurato negli anni '90 con l'inizio della cosiddetta "seconda repubblica". Per meglio intenderci, i dipendenti di Avr sospenderanno il servizio per 24 ore, non ritireranno la spazzatura creando disagi alla cittadinanza per ottenere anche la vostra attenzione su una seria problematica: il mancato pagamento di più stipendi dovuti per il loro lavoro. Egregi Sindaci, sulla questione avete una chiara e inequivocabile responsabilità politica, ovvero il vostro netto rifiuto di assumervi la vostra responsabilità ad amministrare, delegando la gestione dei servizi pubblici a dei privati che ci guadagnano sopra questa vostra politica e sulle fatiche dei lavoratori. I problemi dei mancati stipendi non è dovuta alla morosità dei Comuni, tanto che Taurianova versa puntuale gli emolumenti alla ditta e, anche qui, i suoi operatori lavorano nell'incertezza di essere pagati. Egregi Sindaci, non scrollate le spalle davanti a questi padri di famiglia che garantiscono l'igiene pubblica delle vostre città, ma abbiate il coraggio di affiancarli e reagire! Trovate la soluzione (mancato pagamento dei dipendenti e/o violazione di qualche clausola contrattuale) e revocate l'appalto! Gestite in proprio il servizio con i finanziamenti ottenuti e, con il risparmio sul capitale che costituisce il guadagno della spa, potenziate il personale o adeguate i mezzi comunali utilizzati precedentemente per l'espletamento del servizio o acquistatene nuovi (le isole ecologiche sono già di proprietà comunale).

"Egregi Sindaci, quanto detto, assicuriamo, non è utopistico o difficile, serve solo la buona volontà che deve possedere chi amministra una città. E allora dimostrate di essere all'altezza di fare i sindaci, internalizzate il servizio assorbendo il personale (impiegati e operai) senza lasciare a casa nessuno, date risposta a chi lavora, date sicurezza a chi con il lavoro si procaccia onestamente il pane per sé e la sua famiglia! Fate ciò, mostrerete il vostro coraggio e darete una lezione di alta politica ai vostri colleghi di altre città! Questa vicenda è anche una vostra responsabilità, date una risposta, i lavoratori e i cittadini vi guardano!". E' quanto si legge nella lettera aperte inviata dal Partito Comunista di Reggio Calabria ai Comuni nei quali opera l'Avr per il servizio di raccolta dei rifiuti.