Catanzaro
 

Stabilimenti balneari, Lobello: “Bene proposta ampliamento spazi fatta in Consiglio regionale, importante che venga approvata nel minor tempo possibile”

"L'ampliamento del 30% degli spazi fronte mare degli stabilimenti balneari, fatta nella sessione di ieri del Consiglio regionale, è del tutto in linea con le richieste che i gestori dei lidi, anche qui a Catanzaro, hanno avanzato alle amministrazioni comunali. È un bene che Palazzo Campanella abbia cominciato a discuterne, ed è un bene che nella prossima riunione della più alta assemblea regionale la misura invocata sia, prevedibilmente, approvata". Lo dichiara, in una nota, l'assessore alle Politiche del mare di Catanzaro, Alessandra Lobello, che aggiunge: "In queste settimane di confronto fra l'amministrazione e le diverse categorie, ho avuto modo di ascoltare le proposte di quelle rappresentanze sindacali che riguardano i settori che ho l'onore e l'onere di dirigere: con la delega alle Politiche del mare ho incontrato più volte i gestori degli stabilimenti balneari, con i quali ho condiviso, in stretta sinergia con il consigliere regionale Baldo Esposito, proprio quell'ipotesi di cui ha discusso Palazzo Campanella. Con lo stesso consigliere Esposito, mio punto di riferimento politico regionale, continuerò a mantenermi in stretto contatto per monitorare da vicino la situazione.

"Garantire ai lidi, laddove è possibile, un ampliamento del 30% degli spazi fronte mare, sempre mantenendo il rapporto fra il 70% di spiaggia libera e il 30% di spiaggia occupata dagli stabilimenti privati, è – sostiene Lobello – la più razionale e naturale soluzione in favore della ripartenza di questa particolare categoria. Una misura simile all'ampliamento gratuito, che l'amministrazione Abramo ha potuto concedere, degli spazi esterni per bar e ristoranti.

Nel caso dei lidi, però, il Comune – conclude l'assessore - ha le mani legate, non potendo far altro che prendere atto, pur in modo sinergico, delle istanze dei gestori. La Regione, al contrario, può garantire quel via libera tanto atteso. Non posso dunque che plaudere, con grande soddisfazione, all'iniziativa promossa in Consiglio regionale, e mi auguro che da Palazzo Campanella, o tramite un'ordinanza della presidente Santelli, qualora fosse possibile, arrivi nel minor tempo possibile quella risposta certa e giusta che i gestori degli stabilimenti stanno aspettando".